SCHOLA CANTORUM Sedico (Belluno)


Vai ai contenuti

Toni Carlin


Antonio Carlin (Toni)

Sacrestano, organista, campanaro, pittore e "chirurgo estetico della scarpa" (calzolaio).

Ha cominciato la carriera di sacrestano nel mese di marzo del 1952, a 19 anni (per i suoi 50 anni di attività come sacrestano e organista è stato insignito dal Pontefice dell'onorificienza di cavaliere dell'Ordine di San Silvestro). Entrò a far parte della Banda di Bribano, suonando il flicorno baritono (bombardino), verso il 1947. All'età di circa 16 - 17 anni incominciò ad apprendere la tecnica per suonare l'harmonium sotto la guida dell'allora cappellano di Sedico (1949 - 1951) don Eugenio Sorio, primo passo per poi intraprendere lo studio della tecnica organistica.

Il primo organo della nuova chiesa parrocchiale di Sedico fu inaugurato la prima domenica di ottobre del 1950 e da allora Toni Carlin cominciò ad esercitarsi, studiando armonia e pianoforte col professor Giulietti, organista del duomo di Belluno e insegnate nell'Istituto Magistrale "G. Renier" della città. La notte di Natale del 1950 don Eugenio Sorio (con una mano) e Toni Carlin (pure con una sola) accompagnarono la Messa della Schola Cantorum di Sedico. Toni proseguì poi gli studi (anche se il tempo per studiare ed esercitarsi era poco a causa dei molteplici impegni) con i maestri De Pra e Bellus. Verso il 1969/70 conseguì la licenza in teoria e solfeggio presso il conservatorio di Padova. Ma il tempo a disposizione per gli studi diminuì ancora dato che nel 1969 gli fu affidata la direzione del Corpo Bandistico Comunale e dal 1970 divenne anche insegnante nel Corso di Orientamento Musicale di tipo strumentale-bandistico, istituito dalla Direzione Didattica di Sedico e a totale carico dello Stato (nell’anno scolastico 1970/71 gli allievi furono ben 45 per cui da allora le lezioni si tennero in due scuole: Sedico e Bribano). Dal 1977/78, su richieste da parte di famiglie della Parte Alta del Comune, le lezioni si tennero pure in altre due sedi: Mas e Libano. Poi i corsi passarono in gestione al Comune di Sedico, sempre con Toni come insegnante.

Nella foto sopra Toni negli anni 60, sotto mentre accompagna la Schola nel 1984


Trentadue sono gli anni che lo videro come docente fino al 2002. Impartiva lezioni di teoria e solfeggio, avviando poi gli allievi anche allo studio dello strumento. Da un calcolo fatto, circa 700 sono quelli che hanno frequentato le sue lezioni e oltre 190 quelli che sono entrati nell’organico della Banda. Ma la sua soddisfazione più grande è stata quella di vedere i migliori studenti frequentare con profitto il Conservatorio e diventare insegnanti e concertisti di valore. Per concludere la presentazione del nostro organista, non dobbiamo dimenticare che per oltre 40 anni ha insegnato teoria e solfeggio nella Scuola comunale di musica "A. Miari" di Belluno.

A lato e sotto lo vediamo intento ad accompagnare i momenti della liturgia.(foto del 2008)


Il mondo della musica sedicense, e la Schola Cantorum, piange la scomparsa di Antonio “Toni” Carlin.
Se ne va a 85 anni, dopo una breve malattia che negli ultimi tempi lo aveva costretto in casa di riposo, una delle figure più eclettiche e carismatiche nell’universo musicale bellunese.
Ciao e grazie Toni!


Torna ai contenuti | Torna al menu